<<Ciao, nonno… finalmente!>>

<<Già, è da parecchio che non ci vediamo…>>

<<Esattamente da venerdì 27 aprile…>>

<<Vedo che hai buona memoria.>>

<<È facile… il giorno dopo sei stato ricoverato d’urgenza in ospedale… a proposito, tutto bene con il cuore? Ti sei stabilizzato?>>

<<Sembra di sì… possiamo riprendere il nostro percorso di conoscenza della storia della filosofia.>>

<<Sei sicuro che non ti farà male?>>

<<Basta non agitarmi troppo…>>

<<Come vuoi, da parte mia mi sforzerò di non farti incazzare troppo…>>

<<Va bene… riprenderemo dal Medioevo…>>

Il Medioevo

<<Quando il cristianesimo penetra nel mondo greco-romano, avviene uno scontro tra due aree culturali che favorì l’avvento di uno dei più grandi mutamenti culturali della storia: il Medioevo Cristiano.>>

<<Allora il Medioevo non fu soltanto un periodo buio e triste?>>

<<Solo i primi secoli furono caratterizzati dalla decadenza culturale…>>

<<E poi?>>

<< Un attimo e ci arrivo… Il 529 è l’anno in cui fu chiusa l’Accademia di Platone ad Atene. Possiamo considerarlo l’anno della svolta: la chiesa cristiana pose un freno alla filosofia greca. Come sottolinea Jostein Gaarder, i monasteri e le abbazie ottengono il monopolio sull’insegnamento, sulle speculazioni filosofiche e su ogni tipo di approfondimento spirituale.>>

<<Se non ricordo male il Medioevo ha avuto una durata di mille anni…>>

<<Esattamente… Per Medioevo si intende il periodo di tempo che intercorse tra due epoche… Fu proprio in questo periodo che il sistema scolastico prese forma.>>

<<Quali sono i filosofi più importanti del Medioevo?>>

<<Agostino di Tagaste e Tommaso d’Aquino.>>

<<Intendi dire Sant’Agostino e San Tommaso?>>

<<Esattamente.>>

Agostino di Tagaste

<<Agostino visse tra il 354 e il 430. Nacque a Tagaste, nell’Africa settentrionale e in seguito si recò a Roma e Milano. Agostino conobbe molte religioni e correnti filosofiche prima di convertirsi al cristianesimo. Per un certo periodo fu manicheo…>>

<<Che vuol dire manicheo?>>

<<Mi aspettavo la domanda… Manicheo deriva da manicheismo. Questo termine fa riferimento ad una Religione che, come ci informa il dizionario on line Sabatini Coletti, “ebbe origine in Persia nel III sec. d.C. a opera di Mani (216-277 d.C.), che sosteneva la contrapposizione assoluta e il dualismo tra i due principi divini del bene e del male”. Di conseguenza, è considerato manicheo colui che accentua le differenze di opinioni, teorie, ecc., perché le ritiene inconciliabili.>>

<<Ok, ho capito.>>

<<Per un certo periodo venne influenzato dalla filosofia stoica secondo la quale non esisteva una rigida divisione tra bene e male. Successivamente subì l’influsso del neoplatonismo, l’altra importante corrente filosofica della tarda antichità.>>

<<Sì, comincio a ricordare. L’avevo letto…>>

<<Secondo Agostino, noi siamo argilla nelle mani di Dio e dipendiamo totalmente dalla Sua grazia.>>

<<Quindi se sbagliamo non è colpa nostra?>>

<<Non proprio. Agostino ci libera dalla responsabilità nei confronti della nostra vita: possediamo il libero arbitrio, quindi possiamo scegliere come vivere…>>

<<Mi sembra che i conti non tornino…>>

<<Tornano, tornano… Dio ha solo “visto in anticipo come vivremo”.

<<Però che incastro!>>

<<La teologia di Agostino, allontanandoci dall’umanesimo di Atene, segna il punto di rottura con la grecità. L’agostinismo influenzerà tutto il pensiero medioevale.>>

Tommaso d’Aquino

<<Il più importante filosofo medioevale fu Tommaso d’Aquino, che visse dal 1225 al 1274. Come Agostino, all’inizio del Medioevo cristianizzò Platone, Tommaso cristianizzò Aristotele.>>

<<E che significa?>>

<<Con il termine cristianizzazione dei due grandi filosofi greci s’intende, come sottolinea J. Gaarder, che “furono interpretati e spiegati in modo da non rappresentare più una minaccia per la dottrina cristiana”.>>

<<In pratica?>>

<<In pratica, Tommaso, partendo dalla filosofia di Aristotele, creò una sintesi tra fede e sapere. Secondo l’aquinate non esiste affatto una contraddizione tra quello che ci dice la filosofia o la ragione, e quello che ci dice la religione o la fede. Secondo lui ci sono due strade per arrivare a Dio: la prima attraverso la rivelazione e la fede, la seconda attraverso la ragione e l’osservazione basata sui sensi.>>

<<Ma, se la memoria non m‘inganna, anche la filosofia di Aristotele partiva dal presupposto che esiste un Dio, o primo motore, che mette in moto tutti i processi naturali…>>

<<Verissimo, ma non fornisce una precisa descrizione di Dio. Su questo punto dobbiamo attenerci esclusivamente alla Bibbia e alla predicazione di Gesù.>>

<<Ma la ragione?>>

<<Anche con la ragione, sostiene Tommaso, possiamo comprendere che tutto ciò che ci circonda deve avere “una causa prima”. Inoltre ci sono due strade anche nella vita morale. In pratica: vedere e sentire. Non esiste contraddizione tra quello che vediamo e quello che sentiamo, anzi le due impressioni si completano a vicenda.>>

<<Già. Ci basta guardare la natura per comprendere che esiste Dio. Possiamo notare, infatti, che Dio ama i fiori e gli animali, altrimenti non li avrebbe creati.

<<Secondo Aristotele, esiste una scala a pioli della vita che va dalle piante e dagli animali fino agli uomini. Secondo Tommaso, invece, esiste una scala scendente dell’esistenza che va dalle piante e dagli animali agli uomini, dagli uomini agli angeli e dagli angeli a Dio. Gli angeli non hanno né corpo né organi sensoriali e per questo possiedono anche un’intelligenza immediata e diretta. Non hanno cioè bisogno di “pensarci su” come gli uomini, non devono decidere tra una cosa e l’altra. Inoltre gli angeli non moriranno mai perché non hanno corpo. Non sono eterni – perché anche loro furono creati da Dio -, tuttavia non hanno un corpo da cui possono separarsi e per questo non moriranno mai. Dio può vedere e sapere tutto in un’unica visione globale. Cos’hai? Ti vedo perplesso.>>

<<Mi è venuto il mal di testa… meglio terminare per oggi.>>

<<Ma dobbiamo ancora parlare del famoso insegnante di filosofia di Tommaso….>>

<<Come si chiamava?>>

<<Alberto Magno.>>

<<Va bene, me l’hai detto possiamo anche andare…>>

<<Che fai, mi prendi in giro?>>

<<Oohhh… Il mal di testa sta aumentando…>>

<<Va bene, ho capito… Ci vediamo venerdì prossimo, parleremo del Rinascimento.>>

<<Ok, ok… Ciao.>>

<<Ciao.>>

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...