In memoria di un “amico”

   Il riferimento è al maiale che, al tempo della mia infanzia, era una risorsa preziosissima. Un “amico”, appunto, per l’economia delle famiglie contadine. Quando superava il quintale di peso veniva macellato per assicurare companatico e strutto, per tutto l’anno, ad un desco povero che riuniva intorno a sé tante bocche da sfamare. Erano i primi anni del secondo dopoguerra Continua a leggere “In memoria di un “amico””