<<Il catenaccio è morto, nessuno più si arrocca con dieci giocatori dietro la linea della palla. Tutti o quasi tutti provano a fare il proprio gioco, anche le cosiddette provinciali. (…) Le variazioni regolamentari degli ultimi venti anni, in particolare l’inasprimento delle sanzioni per i falli, e l’introduzione della Var hanno inibito i difensori e cambiato il modo di difendere. La marcatura a uomo è oggi fortemente limitata, per certi versi sconveniente, perché gli attaccanti sono sempre più tutelati: troppo alto il rischio di essere sanzionati con cartellini vari. I giocatori sanno di essere “spiati” dai varisti e hanno capito che non ci sono più margini per farla franca, per cui si contengono e a volte non entrano con decisione.>>

[Sebastiano Vernazza – Gazzetta dello sport on – line- 27 agosto 2019]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...